Relazione Annuale sulla Situazione energetica nazionale 2022

Il Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica ha pubblicato la Relazione Annuale sulla Situazione energetica nazionale in Italia con i dati riferiti all’anno 2022.

MASE

La Relazione sulla situazione energetica nazionale rivela che l’Italia nel 2022 ha optato per utilizzare meno energia ricavata da gas e fer e più energia prodotta da petrolio e carbone.

La guerra in Ucraina ha influenzato il mercato energetico scaturendo una crisi energetica globale e una diminuzione dell’intensità energetica che vede un calo del 7,9% rispetto al 2021.

Le fonti di energia rinnovabile nel 2022 hanno soddisfatto il 19% dei consumi.

In particolare, si nota un crollo dell’idroelettrico a favore del solare in aumento del 12% con un primato mai registrato.

Cala anche la produzione elettrica rinnovabile del 14% rispetto al 2021.

In base alla Relazione Annuale, la disponibilità energetica lorda nel corso del 2022 è così composta:

  • 37,6% dal gas naturale
  • 35,7% da petrolio e prodotti petroliferi
  • 19% da rinnovabili
  • 5% da combustibili solidi
  • 2,5% da energia elettrica
  • 0,8% da rifiuti.

Per il 2022 il MASE registra una riduzione dei consumi finali di 2,5 Mtep e un incremento del risparmio energetico realizzato attraverso i Certificati Bianchi di 0,174 Mtep (+41,4%).

Le misure di detrazione fiscale per l’efficientamento energetico degli edifici hanno consentito un nuovo risparmio pari 0,868 Mtep di energia finale.

Gli investimenti per i nuovi impianti di produzione energetica rinnovabile ammontano a circa 4 milioni di euro mentre quelli per opere di efficientamento energetico a 8,5 miliardi.

Nel 2022 in Italia sono aumentate del 3,5% le importazioni di energia ed è calata la produzione nazionale di circa l’8%, evidenziando l’incremento della dipendenza energetica del Paese da fonti di approvvigionamento estere.

In particolare, le importazioni energetiche estere hanno avuto questi incrementi:

  • petrolio e prodotti petroliferi (+4.731 ktep, +10,5%)
  • combustibili solidi (+2.235 ktep, +41,6%),
  • gas naturale (-2.847 ktep, -4,9%).

Trovate online la relazione del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica:

Situazione energetica nazionale 2022

 

Contattaci ora

Hai bisogno di assistenza? Hai alcune domande? Non esitare a contattarci.
Rispondiamo in 24 ore.

CHIAMACI

+39 0355780054

OPPURE SCRIVICI

Tutti i campi contrassegnati da * sono obbligatori.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo la vostra privacy policy.

Per maggiori informazioni: +39 0355780054
Contattaci